Gp di Lugano: la protesta non ferma Roberto Ferrari

di , 28 febbraio 2010 17:10

Si è concluso con il successo di Roberto Ferrari il Gp di Lugano. Il portacolori della De Rosa – Stac Plastic ha preceduto Jure Kocjac (Carmiooro – NGC) e Giampaolo Cheula (Footon – Servetto). L’edizione 2010 della corsa svizzera verrà però ricordata soprattutto per il ritiro in massa di molti dei partecipanti fra i quali anche Cadel Evans. Una forma di protesta per la mancanza di sicurezza sul percorso dopo che Simon Spilak, lo sloveno della Lampre – Farnese Vini, si è scontrato con un auto che procedeva in senso contrario mentre era in fuga con un’altra ventina di atleti. Fortunatamente per il corridore flu-fucsia solo un grosso spavento. Nella confusione generale sono rimasti in gara solo una cinquantina di corridori che si sono giocati allo sprint il successo finale.

Ordine di Arrivo

1. Roberto Ferrari (De Rosa – Stac Plastic) in 3h40‘19”
2. Jure Kocjan (Carmiooro – NGC)
3. Giampaolo Cheula (Footon – Servetto)
4. Maxime Bouet (Ag2R – La Mondiale)
5. Ermanno Capelli (Footon – Servetto)
6. Gianluca Brambilla (Colnago – CSF Inox)
7. Leonardo Bertagnolli (Androni Giocattoli)
8. Matej Gnezda (Adria Mobil) a 8”
9. Kristjan Fajt (Adria Mobil)
10. Iban Mayoz Echeverria (Footon – Servetto) a 23″
11. David Gutierrez Palacios (Footon – Servetto)
12. Alexander Mironov (Itera-Katusha)
13. Nicolas Schnyder (Price-Custom Bikes)
14. Aleksandr Kuschynski (Liquigas – Doimo)
15. Reto Hollenstein (Vorarlberg – Corratec)
16. Dario David Cioni (Team Sky)
17. Marco Corti (Footon – Servetto)
18. John-Lee Augustyn (Team Sky)
19. Rubens Bertogliati (Androni Giocattoli)
20. Cameron Wurf (Androni Giocattoli) a 43”
21. Edoardo Girardi (Ceramica Flaminia) a 55”
22. Stefano Borchi (De Rosa – Stac Plastic)
23. Ivan Basso (Liquigas – Doimo)
24. Paolo Bailetti (Ceramica Flaminia)
25. Damiano Cunego (Lampre – Farnese Vini)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Panorama Theme by Themocracy