Tirreno – Adriatico: tappa e maglia per Farrar

di , 10 marzo 2011 20:57

Indicatore (Arezzo) – La Toscana è una terra fortunata per Tyler Farrar. Era il 2009 quando sulle strade di Santacroce sull’Arno lo statunitense della Garmin – Cervelo conquistò la sua prima importante vittoria della carriera. Ed oggi, a due anni di distanza, Farrar si ripete. Sulle strade aretine di Indicatore, dove tutti aspettavano l’idolo di casa Daniele Bennati a braccia alzate, ad avere la meglio è il ventisettenne americano che si lascia alle spalle un ritrovato Alessandro Petacchi (Lampre – ISD) e un inaspettato Juan José Haedo (Saxo Bank – Sungard). Niente da fare per due attesi protagonisti della giornata come Mark Cavendish e Tom Boonen che perdono terreno sulle rampe del Gpm e chiudono rispettivamente in 19esima e 142esima posizione. Grazie al successo odierno Tyler Farrar sale in vetta alla classifica generale e conquista la maglia azzurra di leader.

  • Greipel getta la spugna

A causa della caduta nella ricognizione della cronosquadre di ieri, André Greipel è costretto a tornare a casa per le brutte escoriazioni facciali riportate nell’incidente.

  • Pronti via

Neanche il tempo di partire ed inizia la fuga di Leonardo Giordani, Olivier Kaisen e Javier Aramendia. I tre attaccanti rimangono al comando della gara fino ai meno 45 Km, facendo registrare un vantaggio massimo di 7’30”

  • Tutti in carrozza

Mentre i fuggitivi proseguono la loro cavalcata, a Lucca il gruppo viene bloccato da un passaggio a livello. Questo stop forzato permette ai battistrada, di aggiungere due minuti al loro divario.

  • Ci prova Reynes

Con il gruppo che torna compatto, allunga Vincente Reynes. Lo spagnolo della Omega Pharma – Lotto guadagna un massimo di 40” per poi tornare in gruppo a 21 Km dal termine.

“Questo è il mio periodo più bello”

Raggiante per il successo appena ottenuto, Tyler Farrar racconta a caldo le sue emozioni nel dopo corsa. “E’ stata una vittoria fantastica oggi. Questo è il periodo delle mie gare più belle, Het Volk, la Kuurne – Bruxelles – Kuurne in Belgio e la Tirreno – Adriatico in Italia. Era uno dei miei obiettivi vincere le tappe qua”.

E’ stato anche il suo esordio al fianco del campione del Mondo. “E’ la prima volta che corro con Thor Hushovd e devo dire che è andata molto bene. C’è un buon feeling sia con lui che con la squadra. Avere un apripista come lui è un po’ inverosimile e un po’ folle. E’ comunque bello vedere che ci aiutiamo a vicenda”.

Per Farrar non è il primo successo nella Corsa dei Due Mari.  “Questa corsa mi piace moltissimo. Due anni fa proprio qua ho conquistato la prima vittoria importante della carriera”.

Il pensiero non può che andare alla Milano – Sanremo. “E’ una gara importante per la nostra squadra. Abbiamo molte carte da giocare, con me, Thor e Haussler. E’ la prima classica monumento della stagione . Sarà la mia quarta partecipazione. Due anni fa sono stato vittima di una caduta, facendo gli scongiuri spero che vada tutto bene. Il percorso non l’ho provato, ma conosco bene il tratto finale”.

Seconda Tappa – Carrara – Indicatore (202 Km)
Ordine di Arrivo

1.Tyler Farrar (Garmin – Cervelo) in 4h56’06”
2. Alessandro Petacchi (Lampre – ISD)
3. Juan José Haedo (Saxo Bank – Sungard)
4 Mark Renshaw (HTC – Highroad)
5. Marcel Sieberg (Omega Pharma – Lotto)
6. Greg Van Avermaet (BMC Racing Team)
7. Mirco Lorenzetto (Astana)
8. Edvald Boasson Hagen (Sky Procycling)
9. Borut Bozic (Vacansoleil – DCM)
10. Oscar Gatto (Farnese Vini – Neri Sottoli)
11. Daniele Bennati (Team Leopard – Trek)

Classifica Generale

1. Tyler Farrar (Garmin – Cervelo) in 5h14’13”
2. Tom Leezer (Rabobank) a 1”
3. Lars Boom (Rabobank) Cycling Team

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Panorama Theme by Themocracy