Giro: riscatto di Nibali, Chaves in rosa!

di , 27 maggio 2016 19:10

Chi si attendeva qualche sorpresa nelle tappe conclusive del Giro d’Italia è stato immediatamente accontentato nella 19esima, con colpi di scena a ripetizione che hanno reso ancora più incerta e combattuta questa edizione. Quando ormai in molti lo avevano dato fuori dai giochi per le deludenti prestazioni dei giorni scorsi, Vincenzo Nibali ritrova quella determinazione e quell’orgoglio di campione ferito andando all’attacco fin dal Colle dell’Agnello, prima di sferrare l’allungo decisivo ad un tenace Esteban Chaves  a 5 Km dalla conclusione,  sulla salita finale verso il traguardo di Risoul. La spettacolare vittoria permette al capitano dell’Astana di risalire fino alla seconda posizione della classifica generale con un distacco di 44” sul colombiano Chaves dell’Orica – GreenEdge, la nuova maglia rosa, oggi terzo con un ritardo di 53” preceduto da uno dei fuggitivi della prima ora, Mikel Nieve.

Infatti mentre Chaves e Nibali festeggiano, Steven Kruijswijk vede completamente ribaltata la sua posizione di privilegio a causa di una rovinosa caduta nella discesa dal Colle dell’Agnello. L’olandese della Lotto NL sbaglia traiettoria in curva e sbatte violentemente contro il muro di neve a bordo strada mentre era all’attacco con Nibali e Chavez e sembrava non avere particolari difficoltà nel conservare la sua leadership. Costretto ad attendere l’ammiraglia per cambiare la bicicletta, perde irrimediabilmente terreno ed è costretto ad un inseguimento per lunghi tratti solitario che comunque gli permette di chiudere con un ritardo di 4’53”. Giornata negativa anche per Alejandro Valverde, subito in difficoltà quando la strada sale, che cerca di limitare i danni giungendo al traguardo con un ritardo di 2’14”, ma vede allontanarsi il podio della corsa rosa.

  • Ventotto in fuga

Dopo più di 75 Km si sviluppa la fuga di giornata forte di ben 28 unità. Al comando troviamo Hubert Dupont, Matteo Montaguti, Bakhtiyar Kozhatayev, Michele Scarponi, Stefano Pirazzi, André Cardoso, Moreno Moser, Johann Van Zyl, Carlos Verona, Stefan Denifl, Marcel Wyss, Diego Ulissi, Tim Wellens, Maxime Monfort, José Herrada, José Joaquin Rojas, Rory Sutherland, Damiano Cunego, Ruben Plaza, Georg Preidler, Viaceslav Kuznetsov, Egor Silin, Ian Boswell, David Lopez Garcia, Mikel Nieve, Nicolas Roche, Jesus Hernandez e Evgeny Petrov.

  • Colle dell’Agnello

Salendo verso il GPM la corsa esplode sia in testa che fra gli uomini di classifica. Scarponi prende il controllo dei battistrada e transita per primo sulla Cima Coppi di questa edizione seguito da Mikel Nieve a 1’25″ e dal resto degli attaccanti della prima ora suddivisi in vari gruppetti. Fra gli uomini di classifica il primo ad accendere la miccia è Esteban Chaves su di lui si riportano Nibali e la maglia rosa Kruijswijk. In difficoltà Alejandro Valverde che perde circa 40″.

  • Caduta della maglia rosa

Colpo di scena nella discesa del Colle dell’Agnello, la maglia rosa sbaglia traiettoria mentre conduce il terzetto dei big con Nibali e Chaves e finisce a bordo strada sul muro ghiacciato di neve. Nonostante la bicicletta danneggiata e contusioni su varie parti del corpo l’olandese riprende la corsa ma è costretto ad inseguire mentre il suo ritardo aumenta con il passare dei chilometri. con un ritardo sensibile.
Peggior sorte per il Ilnur Zakarin finito fuori strada, sempre in discesa e costretto al ritiro per la frattura della clavicola.

  • - 10 Km

Ripreso Maxime Monfort che aveva preso il comando dopo che Michele Scarponi era stato fermato per ordini di scuderia, Nibali forza l’andatura con lui Chavez,  Ulissi e Nieve.

  • - 5 Km

Il siciliano allunga definitivamente su Chavez e prosegue tutto solo verso il traguardo.

Diciannovesima Tappa – Pinerolo – Risoul (186 Km)
Ordine di Arrivo

1. Vincenzo Nibali (Astana) in 4h19’54”
2. Mikel Nieve (Team Sky) a 51”
3. Esteban Chaves (Orica – GreenEdge) a 53”
4. Diego Ulissi (Lampre – Merida) a 1’02”
5. Rafal Majka (Tinkoff) a 2’14”
6. Alejandro Valverde (Movistar)
7. Rigoberto Uran (Cannondale)
8. Georg Preidler ( Giant – Alpecin) a 2’43”
9. Nicolas Roche (Team Sky) a 2’51”
10. Hubert Dupont (Ag2r La Mondiale)

Maglia Rosa – Esteban Chaves (Orica – GreenEdge)

Maglia Rossa – Giacomo Nizzolo (Trek – Segafredo)

Maglia Azzurra – Damiano Cunego (Nippo – Fantini)

Maglia Bianca – Bob Jungels (Etixx – Quick Step)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Panorama Theme by Themocracy