Tirreno: la zampata di Gaviria

di , 13 marzo 2017 17:05

Ha aspettato il lungomare di Civitanova Marche per lasciare il segno in questa Tirreno – Adriatico. Con una zampata vincente, Fernando Gaviria (Quick Step – Floor) ha respinto un insaziabile Peter Sagan (Bora – Hansgrohe) che con una grande rimonta ha tentato in ogni modo di calare il tris. Terzo posto per il belga Jasper Stuyven (Trek – Segafredo) che precede Matteo Trentin (Quick Step – Floor).
Nessun cambiamento in classifica generale con Nairo Quintanta (Movistar Team) che conserva la maglia di leader in vista della cronometro di San Benedetto del Tronto, 10 chilometri che domani assegneranno ufficialmente il tritone.

  • L’ultima lunga fatica

L’ultima grande fuga possibile di questa edizione non se la potevano far scappare
Davide Ballerini (Androni – Sidermec) e Mirco Maestri (Bardiani – CSF), in lotta rispettivamente per la maglia verde e per quella rossa. Con loro, al Km 5, si avvantaggiano Alan Marangoni (Nippo Fantini – De Rosa), Simone Andreetta (Bardiani – CSF), Raffaello Bonusi (Androni – Sidermec), Ben Gastauer (Ag2r La Mondiale), Jonas Henttala (Novo Nordisk) e Pavel Kotchekov (Katusha – Alpecin).

  • Tutti fermi, passa il treno!

Ha provocato qualche discussione la chiusura di un passaggio a livello nei pressi del GPM di Pollenza, l’unico della giornata. L’arrivo del convoglio ha frazionato il gruppo in due tronconi e, secondo il regolamento, l’organizzazione ha dovuto fermare i fuggitivi. La polemica è scaturita sull’opportunità di fermare i battistrada poco prima della vetta – come poi, invece è avvenuto – invece che qualche chilometro dopo – come alcune squadre chiedevano. Davide Ballerini, comunque, passa al GPM dietro ad Alan Marangoni e conquista i punti necessari per strappare definitivamente la maglia verde a Nairo Quintana.

  • Primo passaggio da Civitanova Marche

Maestri passa per primo e conquista i punti utili per continuare la lotta alla maglia rossa. Il vantaggio dei fuggitivi è ormai sceso a 35″. Subito dopo il gruppetto di testa inizia a sgretolarsi. Gli ultimi a mollare la presa saranno Ballerini e Gastauer, ripresi da Fabio Felline (Trek – Segafredo), Mattia Cattaneo (Androni – Sidermec), Niki Terpstra (Quick Step – Floors) e Matej Mohoric (UAE Team Emirates). Poco prima dell’ultimo chilometro, però, il gruppo torna compatto.

  • Risultati

Tappa 6: Ascoli Piceno – Civitanova Marche (Km 168)

Ordine di Arrivo

1. Fernando Gaviria (Quick Step – Floors)
2. Peter Sagan (Bora – Hansgrohe)
3. Jasper Stuyven (Trek – Segafredo)
4. Matteo Trentin (Quick Step – Floors)
5. Jens Debusschere (Lotto -Soudal)
6. Elia Viviani (Team Sky)
7. Scott Thwaites (Dimension Data)
8. Eduard Grosu (Nippo – Vini Fantini)
9. Anthony Roux (FDJ)
10. Jurgen Roelandts (Lotto – Soudal)

Classifica Generale

1. Nairo Quintana (Movistar Team)
2. Thibaut Pinot (FDJ) a 50″
3. Rohan Dennis (BMC Racing Team) a 1’06″
4. Primoz Roglic (Team Lotto Nl – Jumbo) a 1’15″
5. Tom Dumoulin (Team Sunweb) a 1’19″
6. Geraint Thomas (Team Sky) a 1’23″
7. Rigoberto Uran (Cannondale – Drapac) a 1’30″
8. Jonathan Castroviejo (Movistar Team) a 1’32″
9. Bauke Mollema (Trek – Segafredo) a 1’37″
10. Simon Spilak (Katusha – Alpecin) a 1’59″

Maglia azzurra: Nairo Quintana (Movistar Team)
Maglia rossa: Peter Sagan (Bora – Hansgrohe)
Maglia verde: Davide Ballerini (Androni – Sidermec)
Maglia bianca: Egan Bernal (Androni – Sidermec)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Panorama Theme by Themocracy